Notizie Aggiornamenti e Novità


Notizia 25/06/2020

Il potere di un 'salto di paradigma' in HR





Il potere di un 'salto di paradigma', ovvero l'esperienza rivelatrice per la quale finalmente si 'vede' in un modo diverso una determinata situazione o fatto.
È come se improvvisamente si accendesse una lampadina nella propria mente.

Quello che manca è il 'bardo', un'esperienza forte che possa cambiare radicalmente la prospettiva di un problema o una situazione.
Il 'bardo' potrebbe essere un evento, una parola, un atto, una persona, un incontro.
Vista l'importanza di cambiare prospettiva, di cercare sempre nuove vie, vie migliori; perché, mi chiedo, non cercare di provocare in noi il cambiamento?

Vediamone un esempio.

Ricordo un piccolo salto di paradigma che sperimentai una domenica mattina su un vagone della metropolitana di New York.
I passeggeri sedevano tranquillamente, leggendo il giornale, assorti nei loro pensieri oppure riposando a occhi chiusi.
Era una scena serena, pacifica.

Poi, improvvisamente, un uomo e i suoi figlioletti entrarono nello scompartimento.
I bambini erano così chiassosi e irrequieti che l’intera atmosfera cambiò.

L'uomo prese posto accanto a me e chiuse gli occhi, apparentemente dimentico della situazione.
I bambini scorrazzavano avanti e indietro, urlanti, scagliando oggetti, perfino strappando i giornali dalle mani della gente.
Una cosa quanto mai irritante. Eppure l’uomo che mi sedeva al fianco non fece una piega.

Era difficile non sentirsi seccati.
Non riuscivo a credere che quell’uomo potesse essere così villano da permettere ai suoi figli di fare quel putiferio senza intervenire, senza assumersi la minima responsabilità.
Era anche facile accorgersi che tutti gli altri passeggeri erano scocciati.
Così, alla fine, con quella che secondo me era una dose eccezionale di pazienza e autocontrollo, mi voltai verso di lui e dissi: “Signore, i suoi figli stanno disturbando un mucchio di persone. Non potrebbe dirgli di starsene un po’ calmi?”

L’uomo sollevò lo sguardo come se la situazione affiorasse solo allora alla sua coscienza e rispose in tono spento:
'Oh, lei ha ragione. Ho idea che dovrei intervenire in qualche modo. Stiamo tornando dall’ospedale dove la loro madre è morta un’ora fa. Io non so cosa pensare, e credo che anche loro non sappiano che pesci pigliare.'

Riuscite a immaginare che cosa provai in quel momento? Il mio paradigma cambiò. Tutt’ad un tratto vidi le cose in modo diverso, e poiché vidi in modo diverso pensai in modo diverso, sentii in modo diverso, mi comportai in modo diverso.
La mia irritazione svanì.
Non dovetti preoccuparmi di controllare il mio atteggiamento o il mio comportamento; il mio cuore si riempì del dolore dell’uomo. Sentimenti di comprensione e compassione fluirono liberamente. 'Sua moglie è morta da poco? Oh, come mi dispiace! Le va di parlarmene? C’è qualcosa che posso fare?'. In un istante tutto cambiò.

In un istante tutto cambiò!

In un istante tutto può cambiare.
Da quando non hai più pensato al cambiamento nella tua vita? Da quando non hai più pensato che forse la tua strada, così com'è, non porta a nulla se non ad una situazione stagnante e ferma, ghiacciata nella sua immobile assenza.
Le acque di un fiume sono limpide e fresche perché c'è movimento.
Le acque ferme portano malattie.
Lo scorrere è movimento ed è futuro.
Il movimento è apprendimento continuo, migliorarsi, divenire.

Come abbiamo visto tante volte il nostro modo di vedere una situazione, il mondo, le persone, noi stessi non è sempre l'unico modo, e più delle volte non è il migliore.
Riflettere sullo scorrere delle nostre vite e delle nostre giornate anche dal punto di vista lavorativo può migliorare il personale.
Possiamo cambiare il riflesso che una vita lavorativa può avere nelle nostre famiglie e con le persone che amiamo, amici, compagni.
Una vita professionale scevra da insuccessi, soddisfacente, piena di movimento e risultati può portare a dei miracoli a livello affettivo, personale.
Il lavoro non è soltanto portare il pane a casa, anche quello, tuttavia il più delle volte è uno strumento essenziale nello sviluppo delle nostre capacità relazionali, personali, affettive.

Se una giornata lavorativa storta vi porta ad un peggioramento delle vostre relazioni personali forse è tempo di cambiare prospettiva; avete bisogno di un 'bardo', di un 'salto di paradigma', un'altro modo di vedere la stessa realtà a tutti comune.




Torna Indietro Torna Indietro
Torna SU